Comune san giovanni marignano
Comune san giovanni marignano
Il Comune

Come fare per

Il Turismo












NewsArchivio

30 anni de "La Notte delle Streghe"
IL PROGETTO
 
La manifestazione “La Notte delle Streghe” giunge nel 2018 alla sua trentesima edizione. Per questo l’Amministrazione comunale, fin dal mese di dicembre 2017, ha pianificato di dedicare tutto il 2018 alla celebrazione di questa importante e storica ricorrenza, attraverso la proposta di un calendario dedicato, contenente manifestazioni, iniziative ed eventi che abbiano come filo conduttore le “Streghe” ed i suoi 30 anni, e rinsaldando sempre più il legame tra Comune, comunità ed evento.
 
“La Notte delle Streghe” è ormai una importante vetrina, non solo per la comunità di San Giovanni in Marignano, ma per tutta la Riviera romagnola, a livello turistico-culturale, ma anche economico-commerciale, nonchè un’importante occasione di promozione per il nostro Comune, che è riconosciuto anche all’estero per la portata ed il valore dell’evento stesso.

Nasce così il progetto “Trent’anni Streghe”, che si prefigge l’ambizioso obiettivo di dar vita ad un anno intero di proposte, così che il 2018 sia ricordato, per San Giovanni, come l’anno “delle streghe”, con la finalità di perseguire una sempre maggiore integrazione tra piano comunicativo, scenografico, ludico-commerciale, associazionistico, programma animazioni e spettacoli, e fare percepire al pubblico “La Notte delle Streghe” come un evento corale, che riguardi l’intera comunità marignanese.

Per questo l’Amministrazione comunale ha scelto di creare una squadra di lavoro che affianchi le maestranze comunali, ricorrendo a delle professionalità esperte, quali uno storico-antropologo, uno scenografo, un grafico ed un esperto in spettacoli, che possano dare un impianto unitario non solo all’evento “La Notte delle Streghe”, ma anche a tutte le proposte dell’anno. La squadra ha iniziato ad incontrarsi fin da dicembre 2017 per produrre il calendario che questa sera verrà ufficialmente presentato, e definire la tematica che accompagnerà tutto il progetto, che è stata identificata con il FUOCO.

La scelta del Fuoco è stata subito condivisa dall’intero gruppo, in quanto l’idea che sta alla base dell’intero progetto è quella di recuperare le tradizioni, le proposte, gli artisti, le idee e le suggestioni che hanno rappresentato “La Notte delle Streghe” in questi 30 anni, e di portarle nella contemporaneità, per dare alla manifestazione nuovo vigore e slancio creativo. Per questo il Fuoco è sembrata la tematica migliore:  rappresenta la purezza, il rinnovamento, ed è un elemento simbolico in ogni cultura, soprattutto in quella romagnola, che mantiene ancora vitali le tradizioni contadine.
 
Dal tema scelto sono scaturite le suggestioni relative alle immagini e alle idee scenografiche, artistiche e culturali per dare vita al calendario: la squadra ha dunque deciso di intersecare le tradizioni ed il calendario agricolo della Romagna, con la Ruota dell’Anno di celtica memoria.
 
Gli eventi proposti rappresenteranno dunque lo scandire delle stagioni: si parte dall’Equinozio di Primavera, per celebrare la rinascita della natura, si prosegue con il Solstizio d’Estate che culmina con “La Notte delle Streghe”, per poi continuare con l’Equinozio di Autunno, periodo in cui la natura si addormenta; non a caso le proposte si trasferiscono in luoghi di cultura al chiuso, come il Teatro e la Biblioteca comunale, per poi concludere l’anno con il Solstizio d’Inverno, che ci regalerà il libro celebrativo dei 30 anni di evento, occasione per fare il punto, e contemporaneamente “sognare” i prossimi 30 anni.
 
Non a caso, inoltre, il primo evento in calendario, è un falò, un fuoco, in occasione di un momento molto importante per il ciclo dell’anno, il giorno di San Giuseppe, in cui in Romagna è molto sentita la tradizione della “Focheraccia”.
 
Come in diversi degli appuntamenti messi a calendario, la squadra non ha dovuto dare vita a nuovi eventi, in quanto a San Giovanni persiste la celebrazione dei momenti forti del ciclo contadino, grazie all’importante apporto ed impegno dell’Associazionismo, ma ha inserito le proprie proposte tematiche e celebrative all’interno della cornice già esistente. A questo proposito fin da ora ringraziamo il territorio, Associazioni, commercio e comunità per l’entusiasmo e la disponibilità con cui hanno salutato questa proposta. Laddove invece non erano presenti eventi dedicati, la squadra li ha costruiti ed ideati, andando a ricercare le figure che storicamente hanno fatto parte e storia della manifestazione; è il caso di alcuni artisti, che saranno presenti durante l’anno, come Rulas, Quetzalcoatl, Fratelli di Taglia e Teatro dei Cinquequattrini.
 
Con questa modalità di lavoro, è nato un calendario di 16 eventi, in programma da marzo a dicembre, oltre alla manifestazione stessa, centro e culmine del progetto. Si è voluto coinvolgere il territorio a tutto tondo, a partire dall’Associazionismo e da ogni fascia d’età: è stato infatti inserito un evento in Biblioteca per i più piccoli con gli abitanti del Regno di Fuori, un concorso di poesia a tema per i ragazzi, “Le Notti Favolose”, un laboratorio creativo “Strega Fiorata” ed una mini rassegna di spettacoli per le famiglie, ma anche mostre, documentari e proposte teatrali per gli adulti. La volontà è stata inoltre quella di offrire occasioni di aggregazione ed intrattenimento, come nel caso dello spettacolo di Rulas alla Focheraccia, o dell’animazione in occasione della Primavera in Piazza, o del concerto Carmina Burana, ma anche momenti di riflessione, come il documentario che sarà proposto il 24 marzo o lo spettacolo Strix, che lancia un forte parallelismo tra l’inquisizione antica e l’era moderna. Si spazia dal teatro, alla musica, al cinema, alla cultura, alla lettura, alla scrittura, all’arte visiva. Un libro e una mostra dedicata saranno poi i prodotti di questa proposta progettuale, destinati a durare anche per gli anni a venire.
 
Altra considerazione da fare è quella legata al logo che accompagnerà “Trent’anni Streghe”: quando si è ravvisata la necessità di individuare un’immagine contenitore di tutte le proposte dell’anno, lo studio grafico ha recuperato un simbolo esistente e lo ha fatto nuovo. Il logo attuale, che rappresenta un 30, è in realtà la “clavicula nox”, “chiave della notte” rovesciata, un simbolo magico che contiene un tridente, che rappresenta l’uomo,  ed un cerchio, la donna, che insieme formano l’unione delle energie e il processo di trasformazione dell’inconscio in cosciente lucido.
Questa introduzione, prima del lancio degli eventi di seguito, cerca di presentare le scelte, le tematiche proposte e la volontà che l’Amministrazione comunale, insieme alla squadra, sta portando avanti con il progetto.

“30 ANNI STREGHE”
Calendario degli eventi

In occasione dei 30 anni del principale evento marignanese, “La Notte delle Streghe”, il Comune di San Giovanni in Marignano ha ideato un calendario di eventi e di proposte per valorizzarne la memoria e celebrarne le tradizioni. Da marzo a dicembre si alterneranno spettacoli teatrali, laboratori, documentari, mostre per culminare con la Manifestazione, nel mese di giugno, e, a dicembre, con un libro dedicato.
 
Giunti alla trentesima edizione nasce una forte consapevolezza della rilevanza e spessore di tutto il patrimonio culturale e sociale che si è sedimentato intorno a “La Notte delle Streghe” in un arco temporale significativo, quali sono 30 anni, dal 1988 al 2018. L'importante ricorrenza è stata colta come l'occasione per riappropriarsi dell'essenza e dei caratteri maggiormente distintivi di un evento che ha ancora tanti aspetti e significati da svelare.

EQUINOZIO DI PRIMAVERA
Giovedì 15 Marzo alle 21.00 Teatro A. Massari
Presentazione di “Trent’anni Streghe”,  del logo e degli eventi
Il logo che ci accompagnerà in questa è edizione è un restyling della “Clavicula Nox”, un simbolo magico. Si traduce in "Chiave della Notte”, che è da immaginarsi come la volta d’accesso verso una dimensione magica. Ruotandolo e inspessendolo si legge chiaramente un “30” e si coglie la mezza luna.

Domenica 18 Marzo (San Giuseppe) alle 20.00 in via Torino (frazione Pianventena)
FOCHERACCIA DI SAN GIUSEPPE, organizzazione a cura di Comitato Frazione Pianventena
Durante la serata il Comitato darà vita alla focheraccia, celebrazione tipica del folclore romagnolo, con l’accensione di una grande pira, simbolo purificatore, considerato promotore della crescita dei raccolti e del benessere dell’uomo e degli animali. La serata sarà animata da vino, dolci, pop corn, zucchero filato e canti popolari.
- Il Comune di San Giovanni proporrà lo spettacolo di fuoco e percussioni di RULAS il messicano. Protagonista da tanti anni delle notti di giugno, aprirà simbolicamente gli eventi legati al trentennale de “La Notte delle Streghe” con il fuoco, elemento magico per eccellenza in tutte le culture del mondo, tema e filo conduttore dell’anno, richiamando al grande Rogo finale dell’evento, perchè tutto ricominci, riprenda vita, rinasca più forte e prospero che mai.    

Sabato 24 e Domenica 25 Marzo: La rinascita della Natura
PRIMAVERA IN PIAZZA, centro storico, ingresso libero, organizzazione a cura di Promo D
 
Sabato 24 marzo alle 17.30, Sala del Consiglio, proiezione del documentario "TRE VOLTE AL TRAMONTO", alla presenza degli ideatori Mario Ferraguti e Andrea Rossi

Un tempo i mali avevano le orecchie e gli uomini sapevano le parole per mandarli via. Adesso le parole sono sparse, sparse tra i monti in paesi piccoli con le case di pietra; lì ci sono ancora uomini e soprattutto donne che, quando sono stati battezzati, se il prete chiudeva un occhio, gli hanno dato da stringere nella mano destra un carbone, una forchetta, una rosa, una moneta d’argento, il fiore della paura, la zampa della talpa, o altri simboli dei mali che avrebbero avuto in virtù di poter segnare. Il film è un viaggio sull’Appennino alla ricerca di chi ancora segna, chi lava la paura, prende le misure dello stomaco e riporta a casa l’anima perduta, di quali sono le parole e i simboli che hanno ancora la forza di incantare i mali all’interno di riti antichissimi, tramandati la notte di Natale, allestiti in cucina con cura quando il sole tocca i monti.    

TRAILER: https://youtu.be/7BWSkV690ns    

Domenica 25 marzo dalle ore 15.00, animazione itinerante (centro storico): LA MARCOLFA E LE ERBE MIRACOLOSE, performance teatrale e botanica liberamente ispirata al mondo delle guaritrici e delle erbarie, di e con Marta Mingucci    

La Marcolfa viene da luoghi ancestrali, simboleggia il nostro contatto antico e profondo con la terra e le forze naturali. I suoi occhi sono magnetici e i suoi modi... stravaganti. La Marcolfa racconta di erbe, di leggende, di usanze andate perdute.
Per ogni pianta una storia, un profumo, dei segreti da svelare. Le sue ricette sono assurde, comiche, provocatorie. Sono solo storie e intriganti raggiri, oppure saggi rimedi di guarigione? L'evocazione è forte e tutto corre al limite tra realtà e finzione, tra leggenda e attualità.    


Giovedì 12 Aprile ore 21.00 Teatro A. Massari, ingresso libero
SAN GIOVANNI CITTA’ DELLA POESIA: “Le Notti favolose”, premiazione del concorso di poesia. Da un’idea di Luca Nicoletti, a cura di Pro Loco, con la collaborazione di Associazione Scuolinfesta e il patrocinio del Comune di San Giovanni in Marignano.

“Le Notti favolose”: concorso di poesia rivolto agli studenti delle classi II e III delle Scuole Secondarie Inferiori, Istituto Comprensivo Statale e della Scuola Paritaria Maestre Pie dell’Addolorata. Il concorso è volto a premiare i migliori dieci elaborati di poesia, realizzati dai ragazzi, che valorizzino la dimensione magica e suggestiva de “Le Notti favolose” della manifestazione.

Domenica 22 aprile, IL VECCHIO E L’ANTICO, a cura di Promo D
Dalle ore 15.00 Piazza Silvagni “STREGA FIORATA”, laboratorio creativo a cura dell'Associazione Amaranto
Dal giugno 2007 Amaranto raccoglie l’eredità dell’infiorata di Teatrinviaggio, che consiste nel colorare grandi disegni fatti nelle strade o nelle piazze con fiori dai colori vivaci. Diffusa soprattutto nel centro Italia, accompagna cerimonie e feste popolari. Come nella versione di Teatrinviaggio, Amaranto realizza l’infiorata sostituendo i fiori con segatura colorata. Il tema dell'infiorata di San Giovanni in Marignano, delle dimensioni di circa 80 mq, saranno le streghe e fuoco. Il "pubblico" dell’infiorata non è spettatore passivo, ma diventa co-autore dell’evento artistico. La proposta coinvolge bambini e famiglie e mira a fare sentire la comunità partecipe e a suscitare attesa all’avvicinarsi dell’evento.

Sabato 5 Maggio alle 11.00 Via Ponti Ventena
Inaugurazione della Mostra fotografica in pannelli “30 ANNI STREGHE”
La mostra proporrà una selezione fotografica che ripercorre i 30 anni del principale evento marignanese,  “La Notte delle Streghe”  attraverso pannelli 3*3 mt collocati tra Palazzo Corbucci e Alveo Ventena

SOLSTIZIO D’ESTATE
8 Giugno, ore 21.15 Centro Sociale Autogestito
CARMINA BURANA, Coro Lirico della Regina e Schola Cantorum Santa Lucia, a cura di Associazione InConTraMusica, con il patrocinio del Comune di San Giovanni in Marignano

Carmina Burana è una cantata scenica composta da Carl Orff tra il 1935 e il 1936, ed è basata su 24 testi poetici medievali, opera di goliardi e clerici vagantes, ritrovati nel 1803 in Alta Baviera presso il Monastero di Benediktbeuren (Bura Sancti Benedicti), da cui il nome. Il titolo completo è "Carmina burana: Cantiones profanae cantoribus et choris cantandae, comitantibus instrumentis atque imaginibus magicis". I testi che scelse Orff sono in latino per la maggior parte, in provenzale e in alto tedesco. È una delle opere di musica classica più frequentemente eseguite al mondo.

20-24 giugno LA NOTTE DELLA STREGHE

Anteprima  Cirko PaniKo    
Di fronte a un pericolo reale o immaginario il panico è una reazione spesso collettiva.
Da che mondo è mondo l'idea delle streghe genera curiosità ed incanto ma anche, in fondo alla pancia, una specie di terrore irrazionale. Anche le streghe di San Giovanni in Marignano portano il Paniko, ma è un Paniko colorato, positivo e giocoso. E' il Circo Paniko!    

Un collettivo nomade composto da più di 20 artisti, uno chapiteau (tendone) giallo a spicchi blu e più di dieci repliche dello spetacolo "Absyde", in programma a partire già dagli inizi di giugno. L'incanto arriva prima quest'anno, e il collettivo Paniko accompagnerà per mano il paese verso le cinque serate del festival. Niente come una risata scaccia la paura!


EQUINOZIO D’AUTUNNO

23 Settembre, in occasione del CAPODANNO DEL VINO
Lancio del concorso “IL VINO DELLE STREGHE”
La volontà è quella di individuare un vino che per etichetta, nome e tipologia richiami alla manifestazione

25 Ottobre alle 17.00 Biblioteca comunale:  30 ANNI STREGHE ALL’OPEN DAY DELLA BIBLIO  
Open Day tematico della Biblioteca Comunale, con la partecipazione dei volontari e degli abitanti del Regno di Fuori. Favole e laboratori per i più piccoli.

30 ANNI STREGHE …A TEATRO
Mini rassegna teatrale al Massari per grandi e piccini

Domenica 7 Ottobre ore 16.00, ingresso libero (fino ad esaurimento posti): Alì Babà e i 40 ladroni, a cura della Compagnia Fratelli di Taglia
Pink e Lisa vivono nel cortile che è luogo di giochi e trasformazioni fantastiche: Lisa diventerà Alì Babà e Pink il terribile Mustafà, capo dei ladroni, e in un gioco magico la struttura scenica si svelerà ora un bosco, ora una città-casbah e ora la caverna del tesoro. Le suggestioni musicali e sonore sono da “mille e una notte”, mentre il linguaggio di Pink e Lisa, spesso in rima, tende a creare una musicalità avvolgente. Il dualismo tra grande e piccolo è stato il punto di partenza di questo spettacolo, dove il piccolo e debole la spunta contro il grande e malvagio con la sua furbizia. Infatti il piccolo Alì Babà, dopo aver ascoltato per caso le parole magiche che schiudono l’antro (Apriti Sesamo) si impossessa del tesoro dell’avido Mustafà, per farne dono poi a parenti ed amici, poveri e bisognosi, e scoprire che  la sua vera ricchezza sta nella generosità e nella gioia di dare.

Domenica 14 Ottobre ore 16.00, ingresso libero (fino ad esaurimento posti): Alice, a cura della Compagnia Fratelli di Taglia
Quella di Alice è un’avventura fantastica in un mondo straordinario e pieno di personaggi divertenti. Tutto comincia con una caduta in un pozzo e prosegue con diversi incontri sorprendenti a metà tra il sogno e il gioco. Ed anche in questa trasposizione teatrale, Alice vive di fantasia pura, attraverso la magia del Bianconiglio, viene travolta da quello che succede e, insieme a lei, anche gli spettatori sono coinvolti nelle sue avventure e nei suoi pensieri in uno spettacolo nel quale accadono cose assurde, impensabili nella vita di tutti i giorni.Quante volte ci siamo soffermati a pensare a come sarebbero state le cose se avessimo effettuato un'altra scelta, se avessimo svoltato l’angolo o non l’avessimo fatto, avremmo potuto incontrare una persona che ci avrebbe cambiato la vita oppure non sarebbe cambiato nulla.

Sabato 24 e Domenica 25 Novembre alle ore 21.00, ingresso libero (fino ad esaurimento posti):  STRIX, ANNO C_TEMPO REO a cura di Teatro dei Cinquequattrini
La caccia alla streghe è cominciata. Siamo nel tardo Medioevo, ma anche nell’ età moderna.  I dialoghi sono tratti dai verbali di un processo per stregoneria tenutosi nella Val di Non, nel Trentino, negli anni 1612.1615. Partendo da una realtà storica, viene ripercorsa in modo teatrale la via dell’Inquisizione, non mancando di sfiorare il confine tra magia e credulità popolare, ingiustizia e abuso di potere. Chi sono le streghe oggi e quali donne vengono reputate tali? Perché tante donne subiscono violenza? Prendendo liberamente spunto dal libro “Donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola Estés, si tratta della persecuzione, delle Donne in particolare, e dell'uso della tortura.

SOLSTIZIO D’INVERNO

Venerdì 7 dicembre alle ore 21.00 Teatro A. Massari
30 ANNI STREGHE: IL LIBRO
Presentazione del libro dedicato ai 30 anni de “La Notte delle Streghe”. Testi, memorie,  immagini e fotografie, a cura di Alessandro Sistri e dell’Amministrazione comunale

13 dicembre 953° ANTICA FIERA DI SANTA LUCIA
Chiusura degli eventi per i 30 anni de “La Notte delle Streghe”
 
 
 
 
 
27/03/2018